Angry Birds manda la Finlandia ai mondiali di basket

Sono ben 13 le regole che la Fiba ha stabilito per assegnare le wild card dei prossimi mondiali di basket alle nazionali che ne avevano fatto richiesta. Quanti di questi parametri sono soddisfatti dalla Finlandia, ultima delle 4 nazionali assegnatarie? Probabilmente solo uno e non riguarda i risultati sportivi della nazionale 39a nel ranking mondiale. Nel comunicato diramato dalla Federazione Internazionale si legge che gli inviti sono stati attribuiti per assicurare alla World Cup il miglior livello tecnico possibile e questo può forse spiegare l’eliminazione di Russia e Cina, squadre in crisi di risultati ma comunque superiori alla nazionale scandinava a livello tecnico e con un bacino di pubblico nettamente maggiore.

Qual’è dunque il motivo che ha spinto la Fiba a scegliere, al fianco di Brasile, Grecia e Turchia (22esima agli Europei ma con alle spalle la Beko, main sponsor della Fiba), l’esordiente Finlandia? La mancanza di merito sportivo è stata compensata dal supporto economico di Rovio Mobile, la società finlandese che ha creato Angry Birds, il più diffuso gioco per smartphone, che ora potrebbe fare un pò di pubblicità a Spagna 2014.

Altro che 13 criteri… La questione wild card si è dunque risolta nel meno nobile dei modi: con un’asta che ha fatto fare un passo indietro (alla luce dei fatti, giustamente) a molte federazioni, compresa quella italiana. Ora staremo a vedere cosa combineranno “Los Angry Birds”, come sono stati già definiti i finlandesi dai quotidiani spagnoli, sperando che il rompicapo, record mondiale di download, riesca almeno ad accrescere l’interesse del pubblico per un evento mai decollato del tutto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment