Barcellona-Milan: una sfida lunga 4 tempi in cui non c’è mai stata partita

Le quattro sfide stagionali tra Barcellona e Milan hanno fatto vedere quanto ampia sia la differenza tra i catalani e i rossoneri. Due pareggi risicati e due sconfitte meritate non spiegano neanche tanto bene quello che si è visto in campo.

Un dominio totale dei  blaugrana di Guardiola che nelle 4 partite contro la squadra di Allegri hanno tenuto il possesso della palla per  il 63%  del tempo, cioè 227 minuti su 360 con 62 tiri verso la porta (26 nello specchio) contro i 16 rossoneri (9 nello specchio con 5 gol… davvero niente male a dire il vero).
Numeri clamorosi , o no? Poi le partite sono un’altra cosa ovviamente. Ci sono gli episodi, le accelerazione e i dribbling di Messi, gli stop e le giravolte di Xavi, le simulazioni di Busquets, gli errori macroscopici di Robinho e Ibrahimovic in fase realizzativa, di Mexes e Antonini in fase difensiva, i rigori giusti e i rigori inventati. In generale c’è la qualità dei singoli e del gioco che ti consente di leggere i numeri in maniera meno astratta.

In fin dei conti il Milan si è presentato quasi sempre con qualche assenza importante ed è migliorato di partita in partita, soprattutto a livello di personalità. La cosa desolante è che nonostante tutto la differenza è rimasta abissale, la cosa positiva è che in Europa a livello del Barça non c’è nessuno… forse solo il Real Madrid si può avvicinare ma questo lo potremo verificare solo – eventualmente – nella finale di Monaco di Baviera.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment