Calcio: ancora voci su vendita del Milan

Milan in vendita o Milan incedibile? Ogni giorno una novità e ogni giorno una smentita. Conoscendo dall’interno il mondo del giornalismo è possibile che qualche bufala ogni tanto spunti, ma così tante è impossibile. L’altro giorno si è proposto Squinzi, stavolta le voci parlano di un interessamento della Gazprom, il gigante dell’energia russa, a una parte delle azioni rossonere e addirittura a una parte della Fininvest. E subito la Gazzetta dello Sport si è spinta a immaginare fantastici scenari di mercato. Il sogno dei tifosi rossoneri è durato solo qualche ora: come sempre ecco le smentite da ambo le parti. Non se ne fa nulla. E allora subito la parola a giornali e giornalisti che passano da mirabolistici acquisti a “stagione di sofferenze”. Da Dzeko al poker di primavera Verdi, Albertazzi, Strasser e Oduamadi.
Da quello che so io un fondo di verità nelle voci di cessione di tutto o di una parte del Milan c’è. Si parla di discussioni feroci in famiglia. Il figlio più piccolo di Berlusconi, Luigi, vorrebbe tenere il giocattolo di famiglia e vorrebbe diventare presidente. Il maggiore Pier Silvio, vice presidente di Mediaset, non ne vuole sentire parlare e da anni progetta vendita o dismissione di quel buco nero a strisce rossonere. Non mi stupirei quindi che gli spifferi arrivassero dall’interno per verificare i sentimenti dei tifosi. Una situazione comunque che si deve definire il prima possibile. Pena il rischio di passare un altro anno alle spalle degli odiati cugini dell’Inter.

Add Comment