Calcio, Arrigo Sacchi: “Il Milan meglio del previsto. Il Napoli sta rifiatando”

“Il Milan sta facendo tantissimo, più di quanto si potesse pensare”. Ne è convinto Arrigo Sacchi intervistato da Napolimagazine (www.napolimagazine.tv). ” E’ una squadra figlia di tante pianificazioni diverse, con molti giocatori che erano molto avanti negli anni già nella passata stagione e quindi quest’anno lo sono ancora di più. Ha alcuni giovani che si dovevano inserire, c’è stato il recupero di diversi uomini che da un pò di tempo avevano perso la strada dell’entusiasmo, come Ronaldinho. Si tratta di una squadra che riservava tantissime problematiche diverse e che stanno per essere risolte nel migliore dei modi dalla bravura del tecnico (Leonardo, ndr) e dalla grande competenza, pazienza, esperienza della società nonchè dall’impegno di tutti i giocatori. In ogni partita salta fuori qualche problema perchè sono tutti giocatori che vanno dai 35 ai 38 anni, quindi c’è una grande opera tra tanti infortunati. Dopo infortuni pesanti come quelli occorsi a Pato e a Nesta ora se n’è aggiunto un altro, quello a Beckham. La rosa non è così vasta e quindi ogni assente si fa sentire maggiormente”.
Questo il pensiero di Sacchi invece sul Napoli. “Il Napoli, dopo una rincorsa strepitosa, ha tirato un attimo il fiato e sta perdendo qualche punto, però credo che sia fisiologico avere un momento di pausa dopo tutto quello che ha fatto. Il Napoli che ha perso contro il Bologna non mi aveva entusiasmato. Anche se aveva avuto le opportunità per pareggiare abbondantemente, tutto sommato ho visto una squadra meno determinata del solito, meno veloce, meno grintosa, soprattutto nel primo tempo. Con la Fiorentina invece è stato un buon Napoli, un Napoli che non ha avuto fortuna, intanto perchè la Fiorentina è una grossa squadra, e in più non ha avuto fortuna in un episodio sorvolato dall’arbitro. Anche dal punto di vista del gioco credo che il Napoli sia in decisa ripresa, quindi c’è stato un risultato che non inquadra esattamente il momento degli azzurri”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment