Calcio: finiranno mai le polemiche arbitrali?

Il silenzio stampa della Juventus dopo lo 0-0 di Marassi contro il Genoa è stata la ciliegina sulla torta. Si entra nella parte cruciale del campionato e le polemiche arbitrali non possono non essere al centro di ogni discussione sulla serie A del calcio. I complottisti entrano finalmente in azione: squadre e società che vedono in pericolo i loro obiettivi, giornalisti che non hanno abbastanza competenza calcistica ma che vogliono alimentare dibattiti stucchevoli, tifosi arrabbiati e chi più ne ha più ne metta.

Posso accettare i discorsi da bar fatti dai tifosi, a me non piacciono ma posso capire che per certi versi siano il sale di questo sport. Ma che si lamentino protagonisti di alto livello come se fossero bambini viziati faccio fatica a digerirlo. Due settimane per smaltire il post Milan-Juventus ed eccoci di nuovo. Stavolta tocca alla Juventus lamentarsi ma sappiamo che a turno è toccato a tutti.
Da non credere. Negli ultimi anni con i processi per abuso di farmaci (o doping) per calciopoli e per il calcioscommesse abbiamo capito che il calcio certe volte è più falso del wrestling (che sa di esserlo e ci gioca) e perdiamo tempo a guardare palloni dentro o fuori e fuorigioco millimetrici?? Mi verrebbe da dire, magari fosse solo quello!
In fondo al contrario delle scommesse illecite, della corruzione e del doping, gli errori degli arbitri (quelli veri ovviamente) fanno davvero parte del gioco.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment