Calcio: Italia-Camerun, azzurri non male ma manca un Totti o un Balotelli

Tutto sommato mi aspettavo peggio dall’Italia che ieri ha pareggiato 0-0 contro il Camerun a Montecarlo. Sia perché era zeppa di riserve e di esordienti sia perché Lippi aveva voluto provare un’inedita difesa a 3.

Al di là del risultato non esaltante, le indicazioni sono state buone. La squadra soprattutto nel primo tempo mi è sembrata compatta ed equilibrata soprattutto in difesa e a centrocampo. In fin dei conti non abbiamo concesso palle gol a un avversario di tutto rispetto.

Le note dolenti arrivano dall’attacco: i nostri tre uomini offensivi non sono stati aiutati molto e sono rimasti, soprattutto la punta centrale (Borriello nel primo tempo e Pazzini nel secondo), in balia della difesa dei leoni indomabili sempre in ampia superiorità numerica.

Parlando dei singoli non mi è dispiaciuto Bonucci, esordiente ma ragazzo di personalità, e Maggio, peccato l’abbiano servito così poco. Benino l’altro debuttante Cossu: tecnicamente è valido ma mi sembra leggerino per questi livelli. In generale una prestazione seria ma poco brillante.

E’ evidente che ci manca un uomo leader in avanti. Borriello, Pazzini e Gilardino si impegnano per carità ma non hanno l’anima dei trascinatori. Totti sarebbe il massimo, anche al 50%, ma se fossi in Lippi non mi priverei di Balotelli: certo è indolente, certo non è ancora maturo in alcuni comportamenti, ma uno come lui fa reparto e poi ha una grande personalità. Proprio quella che manca alla squadra azzurra in questo momento.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment