Calcio: la Juve nel mito, mica facile beccare 7 gol tra Siena e Fulham

Farsi rimontare tre gol da squadre come Siena e Fulham non è da tutti. La Juventus c’è riuscita in cinque giorni riuscendo a buttare via l’Europa League e mettendo in serio pericolo anche la zona Champions in campionato. Nella partita di Londra ancora più che nelle altre si sono visti i limiti di tenuta psicologica e fisica di quasi tutti i bianconeri. E dico quasi tutti perché qualcuno lo salvo, ovviamente Trezeguet e guarda un po’ Diego, e qualcuno lo butto direttamente via come il capitano della nazionale Fabio Cannavaro. Ormai il pallone d’oro 2006 non giocherebbe titolare neanche in B, cosa ci fa nell’Italia che deve difendere il titolo di campione del mondo?
Comunque, tornando alla Juve, credo proprio che serva uno stregone per riportarla in carreggiata. Comincio a pensare che il buon Ferrara non avesse colpe particolari, questi hanno davvero bisogno di andare da qualche psicologo bravo e forse non basterebbe.
Il brutto è che questa squadra sarebbe da rifare completamente, ed è difficile farla subito competitiva, in più sono sicuro che molti dei giocatori di questa Juve da un’altra parte rinascerebbero (pure il tanto bistrattato Molinaro allo Stoccarda sta facendo la sua figura).
Insomma una bella gatta da pelare per Zaccheroni e per i dirigenti juventini. Meno male che tra due mesi la stagione è finita…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment