Calcio: l’addio a Enzo Bearzot

Il calcio italiano deve dire addio a Enzo Bearzot. E’ morto a 83 anni il ct che portò l’Italia al titolo mondiale nel 1982 dopo un digiuno di 44 anni. Friulano classe 1927 Bearzot fu un buon calciatore con una carriera contraddistinta soprattutto dalla maglia del Torino con cui disputò 164 partite. La sua leggenda però è nata e ha preso corpo sulla panchina della nazionale italiana. 104 presenze, record ancora imbattuto, e tantissime vittorie. Dallo splendido quarto posto iridato del 1978, con la sua Italia più bella, al titolo mondiale in Spagna quattro anni dopo. Poche le delusioni gli Europei casalinghi del 1980 e i Mondiali del 1986 con cui concluse la sua carriera azzurra. Niente però che sia riuscito a offuscare il mito del grande vecio del calcio italiano.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment