Calcio: le pagelle di Germania-Italia 1-1

Buona prestazione dell’Italia di Cesare Prandelli nel primo test del 2011. A Dortmund gli azzurri hanno costretto al pareggio 1-1 la Germania. Giuseppe Rossi all’81’ ha risposto alla rete del solito Klose dopo 16′ di gioco.
Le mie pagelle:

Buffon 7: incolpevole sul gol, il nostro capitano salva il risultato in almeno due circostanze.

Cassani 6: non spinge come potrebbe sulla fascia destra ma in una delle sue poche escursioni offensive costringe Aogo a una parata che l’arbitro olandese Braamhaar dovrebbe sanzionare con un rigore. Esce per un problema alla coscia destra. (dal 53′) Maggio 5,5: molto impreciso non sfrutta come potrebbe i minuti che ha a disposizione. Probabilmente è anche poco adatto a coprire il ruolo di esterno destro in una difesa a 4.

Bonucci 6: inizio complicato, come per tutta la retroguardia azzurra a dire il vero. Reagisce e completa al meglio con Ranocchia una buona coppia di centrali che speriamo possa diventare ottima.

Ranocchia 6,5: mezzo punto in più rispetto a Bonucci per l’eleganza delle sue chiusure. Ha solo 22 anni potrebbe garantire all’Italia e all’Inter dieci anni di qualità in difesa.

Chiellini 6: non è ancora a suo agio in un ruolo che non è più suo da tempo. Cresce alla distanza e dimostra che alla causa azzurra e anche a quella bianconera può essere molto utile come esterno di fascia sinistra. (dal 78′) Criscito sv.

Montolivo 5,5: s’impegna e tocca molti palloni ma da lui ci si aspetterebbe più qualità. Del resto non è in un momento felice nemmeno nella Fiorentina.

De Rossi 6: forse non sarà più il fenomeno che apprezzavamo nella prima parte della sua carriera ma a Dortmund non si disimpegna poi tanto male. In crescita.

Thiago Motta 5,5: paga il debutto in nazionale. Tocca pochi palloni e sembra lento rispetto ai centrocampisti tedeschi. E’ anche l’unico ammonito della gara. Si rifarà sicuramente. (dal 63′) Aquilani 6: buon impatto sulla partita. Entra subito nel gioco e regala trame interessanti.

Mauri 5: non trova mai la posizione migliore in campo. C’è da dire che per giocare da trequartista con l’Italia dovrebbe avere un po’ più di qualità. (dal 74′) Giovinco 6: un quarto d’ora vivace per la formica atomica. Buona idea portarlo in nazionale.

Pazzini 5,5: si muove lungo tutto il fronte offensivo ma è troppo isolato per incidere. (dal 46′) Borriello 6,5: è in un periodo psico-fisico eccezionale. “Pulisce” tutti i palloni e va anche vicino al gol.

Cassano 6: non è brillantissimo ma nel primo tempo è uno dei pochi a regalare dei lampi per l’Italia. (dal 46′) Rossi 7,5: cambia il volto della partita con la sua tecnica e la sua velocità. In più segna il gol del pareggio.

all. Prandelli 6,5: sceglie il meglio che c’è in Italia senza farsi troppe remore. Il premio è un pareggio in Germania contro una delle nazionali più forti del mondo. E’ vero che è solo un’amichevole ma il prestigio è sempre altissimo.

Bruno GentiliFulvio Collovati 4: sono davvero insopportabili. Gentili, che ricordo essere stato un grande radiocronista, non ha proprio i tempi televisivi: parla troppo e non lascia mai spazio alle immagini; fa da telecronista e da commentatore rubando spazio a Collovati che in effetti non è che abbia cose così importanti da dire. Comincio a rimpiangere Civoli…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment