Calcio: l’Inter e un campionato che non è riaperto

Due pareggi a Parma e Napoli ed ecco che un campionato che sembrava chiuso a chiave ora sembra aperto. L’Inter capolista ha ora “solo” sette punti di vantaggio sulla Roma e nove sul Milan che però ha ancora un partita da recuperare.

Ho scritto “sembra” aperto perché secondo me il campionato lo ha già vinto l’Inter e da tempo. La Roma ha dato quasi tutto per questa rimonta: vince da sei giornate di fila, non perde dalla gara contro l’Udinese dello scorso ottobre e ha prodotto sprazzi di bel gioco. Nelle ultime partite, al di là dei risultati, mi è sembrata però in calo e mi aspetto qualche battuta a vuoto.

Il Milan invece non mi convince. Ha una squadra poco equilibrata e senza una valida organizzazione di gioco in cui i risultati sono legati alle giocate dei singoli: ecco che in questo mondo si può vincere a Madrid ma anche pareggiare con Livorno e Bologna. In più la rosa non è all’altezza di Inter e Roma e ora arriva anche la Champions League.

E poi definire l’Inter in calo mi sembra eccessivo. E’ vero negli ultimi anni aveva abituato tutti bene ma non si possono definire negativi due pareggi su campi difficili come Parma e Napoli. Insomma il campionato è nelle mani dell’Inter e non dico nemmeno che può perderlo solo lei perché secondo me le altre non saprebbero nemmeno come vincerlo.

Chiudo parlando della Juventus. Non ho visto clamorosi miglioramenti da quando è arrivato Zaccheroni. L’infermeria però si sta svuotando e i campioni pian piano si stanno ritrovando. Non mi stupirei di veder fare ai bianconeri un gran filotto di vittorie e di conquistare anche un terzo posto dovesse arrivare un crollo di Roma o Milan o di tutte e due. Io sono infatti d’accordo con Zac: solo l’organico dell’Inter è superiore a quello della Juve.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment