Calcioscommesse: arrestato Cristiano Doni

Diciassette arresti, tra cui l’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni, nell’ambito della seconda tranche dell’inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse “Last Bet“, che già quest’estate aveva portato in carcere 16 persone, tra cui l’ex bomber di Lazio e Nazionale, Giuseppe Signori.
Gli uomini delle squadre mobili di Cremona, Brescia e Bologna hanno arrestato ben 17 persone, appartenenti, secondo l’accusa, a un’organizzazione criminale con vertice a Singapore e basi operative nell’Europa dell’Est che truccava gli incontri. Il nome più noto tra i 17 arrestati è quello dell’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni, già sospeso per tre anni dalla giustizia sportiva dopo la fase estiva dell’indagine, il quale sarebbe coinvolto nella combine di almeno tre incontri del club orobico del campionato di serie B dell’anno scorso.
In manette anche l’ex difensore di Vicenza e Inter Luigi Sartor, oltre a tre giocatori tuttora in attività, Carlo Gervasoni del Piacenza, Filippo Carobbio dello Spezia e Alessandro Zamperini, il quale attualmente gioca per i lettoni del Ventspils. Tutti devono rispondere a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e frode sportiva.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment