E’ tempo di calciomercato: come si muovono la Juventus e le altre grandi

E’ iniziato oggi il mercato di gennaio. Un mese che si annuncia ricco di trattative con le grandi squadre italiane (o presunte tali) protagoniste. Ecco secondo noi dove hanno bisogno di rafforzarsi le prime della classe (e il Milan…)

Juventus: i campioni d’Italia stanno dominando anche questo campionato e non mi aspetto facciano grandi acquisti. Essendo fuori dalla Champions League la rosa di Conte è sufficientemente profonda e di qualità per rivincere in Italia e per cercare di portare a casa l’Europa League. Certo si può sempre migliorare soprattutto in difesa e sulle fasce ma per fare un salto di qualità servono top player e non mi sembra ci sia l’intenzione di investire tanti soldi soprattutto adesso. In fondo la Vecchia Signora ha dimostrato di poter dominare la serie A anche con i vari Bonucci, Asamoah e Lichtsteiner. Piuttosto il dg Marotta si sta adoperando per sfoltire un po’ la rosa.

Roma: i giallorossi hanno solo campionato e Coppa Italia e non hanno bisogno secondo me di intervenire sull’undici titolare. Piuttosto servono delle alternative in tutti i reparti per affrontare infortuni e squalifiche. In difesa sono coperti gli esterni mentre non ci sono validi cambi per Castan e Benatia. Burdisso è sul piede di partenza e mister Garcia ha dimostrato di non fidarsi ancora dei giovani Romagnoli e Jedvaj. Serve un altro centrocampista centrale di qualità (i nomi di Parolo e Nainggolan mi sembrano ottimi) e serve un attaccante laterale, veloce e bravo nell’uno contro uno, per dare il cambio a Gervinho: unico per caratteristiche tecniche e vero uomo in più per Garcia.

Napoli: fossi in Benitez chiederei di migliorare la mia squadra negli esterni difensivi e a centrocampo. Maggio, Armero, Zuniga sono esterni perfetti per una difesa a tre ma da terzini soffrono troppo. Reveillere è arrivato a novembre fuori forma e ormai bollito da una lunga carriera. Antonelli del Genoa mi sembra un ottimo acquisto, io però interverrei anche a destra. A centrocampo la qualità non manca semmai serve qualcuno che possa aiutare, o dare il cambio, a Behrami in fase di interdizione. Bigon ha puntato sul francese del Lione Gonalons: potrebbe essere lui l’uomo giusto anche se personalmente non lo conoscono bene.

Fiorentina: Mario Gomez è pronto a tornare dal suo infortunio e con lui e Rossi direi che l’attacco titolare è a posto, soprattutto pensando a come gioca Montella. Forse si potrebbe pensare a un cambio di esperienza: il Toni dello scorso anno tanto per intenderci.  A centrocampo manca un’alternativa a un Pizarro in calo e a un Ambrosini ormai al tramonto. Si fa il nome di Jorginho e potrebbe essere lui il giocatore giusto. Io però lavorerei molto sulla difesa. Rodriguez, Savic, Tomovic e Compper non sono male ma è in questo reparto che la Viola deve e può migliorare se vuole competere per lo scudetto.

Inter: Mazzarri ha una rosa vasta ma poco omogenea. In genere il tecnico di San Vincenzo punta tutto sulle fasce laterali ma proprio lì ci sono le lacune maggiori anche se, per sua fortuna, Nagatomo e Jonathan stanno facendo la stagione della vita. Sperare che si ripetano è dura e le alternative non sono solo scarse… non ci sono proprio. Servirebbero almeno un paio di colpi ma individuare i giocatori giusti (per qualità e prezzi) non è facile. In attacco bisogna capire quanto è la fiducia in Icardi. Se Mazzarri vuol puntare su di lui, considerando che Milito ritornerà prima o poi, allora io darei in prestito Belfodil e cercherei un giocatore con caratteristiche da seconda punta. In alternativa potrebbe starci Lamela, cesellato da Zeman lo scorso anno alla Roma, che è più trequartista ma che potrebbe essere un bel rinforzo visto il talento e il senso del gol. In più il Tottenham potrebbe anche farlo arrivare in prestito.

Milan: ovviamente la inserisco nel lotto delle grandi per blasone e non per la classifica. E’ la squadra che per ovvi motivi dovrà rafforzarsi di più a gennaio. Sono già arrivati Rami (ex Valencia) per la difesa e l’intrigante fantasista giapponese Honda. Adesso c’è da capire come si muoverà Galliani per salvare una stagione già ampiamente compromessa: mi sembra assurdo costruire una squadra per Allegri visto che il tecnico livornese ha già annunciato il suo addio a giugno ma è altrettanto stupido rafforzarla seguendo i dettami di un allenatore (Seedorf o chi per lui) che arriverà solo a giugno. A centrocampo comunque serve tutto qualità e quantità. Andrebbero bene sia Jorginho, sia Nainggolan: meglio se tutti e due. Poi io penserei a sfoltire una rosa inutilmente ampia, ricca di doppioni inutili e di giovani che hanno bisogno di fare esperienza.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment