Euro 2012: le pagelle di Italia-Germania 2-1. Balotelli da urlo, Pirlo da applausi… siamo in finale!!!

L’Italia si è confermata ancora una volta la bestia nera della Germania. Ancora una volta tedeschi a casa e noi in finale a Euro 2012. Un 2-1 firmato Mario Balotelli, l’uomo più atteso dagli italiani. E ora domenica la finale con la Spagna a Kiev (buona notizia visto il campo di Varsavia).

Le mie pagelle:

Buffon 7: qualche uscita da brivido, un paio di brutte smanacciate che ci hanno fatto paura ma anche una strepitosa parata sulla punizione di Reus. Determinante!
Balzaretti 7,5: Prandelli lo schiera a destra al posto dell’infortunato Abate e lui nonostante sia fuori ruolo non sfigura, anzi. Forse spinge meno del solito ma in copertura fa un partitone. Una sua strepitosa diagonale su Reus vale una partita.
Chiellini 7: torna in campo a dieci giorni da uno stiramento e già per questo è un fenomeno. Nel primo tempo si batte alla grande, nella ripresa un po’ in difficoltà ma non molla.
Barzagli 7,5: prestazioni come questa ti fanno capire perché la Juventus abbia vinto lo scudetto. Preciso puntuale, mai in difficoltà. I suoi avversari erano Gomez e Klose… mica due seghe a caso.
Bonucci 8: vedi Barzagli, con mezzo punto in più perché ha dovuto superare la diffidenza di tutti gli italiani (tifosi juventini compresi) e i mugugni per la sua convocazione nonostante il suo coinvolgimento nel calcioscommesse (mugugni a mio avviso legittimi). Quando è concentrato è davvero un ottimo difensore. De Rossi 8: ignora la sciatalgia e chi l’ha provata sa che basta questo per assurgere al ruolo di “Santo subito”. Combatte come fosse sano ed è lucidissimo nel far ripartire l’azione. Speriamo stia bene anche domenica.
Marchisio 7,5: con l’Inghilterra non mi era piaciuto molto, stavolta nulla da dire. Si sacrifica quando attaccano i tedeschi ma non fa mancare i suoi inserimenti. Mezzo voto in meno per il gol che si è mangiato.
Pirlo 9: continua ad essere il nostro architetto. Tutte le azioni passano dai suoi magici piedi. Strappa applausi perfino ai tedeschi quando danza per due, tre volte consecutive tra gli avversari senza mai perdere la palla. Un punto in più perché salva la porta azzurra sullo 0-0 respingendo sulla linea un tiro a colpo sicuro di Hummels.
Montolivo 7,5: mette da parte la metà del suo patrimonio genetico (la mamma è tedesca). Si inserisce, lotta e contrasta. Sbaglia un gol facile ma si riscatta con lo splendido lancio che innesca Balotelli in occasione del 2-0. (Dal 18′ st) Thiago Motta 6,5: entra al posto dello sfinito Montolivo nel momento di maggior difficoltà dell’Italia. Si cala bene nella partita e contribuisce alla costruzione del fortino azzurro nel finale.
Balotelli 9,5: lotta come un leone su tutti i palloni e segna una doppietta da fenomeno. Sì perché sono i fenomeni a decidere le partite quando più conta. E sfido qualcuno a dire che stasera non contava. In più esulta e sorride dopo il primo gol: un evento! Esce con i crampi.  (Dal 25′ st) Di Natale 6: venti minuti in cui si mangia un gol e si fa beccare un paio di volte in fuorigioco da ragazzino. Siamo in finale e la sufficienza la do anche a lui.
Cassano 7,5: solo l’assist del gol dell’1-0 ma che perla! (Dal 12′ st) Diamanti 7: entra in partita alla grande. Sempre tranquillo e lucido con la palla ai piedi. Innesca un paio di contropiedi che i suoi compagni per un pelo non trasformano in gol.

Prandelli 9: che spettacolo un’Italia che se la gioca alla pari con la Spagna e che domina Inghilterra a Germania. Catenaccio “Where Art Thou”

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment