Fantacalcio: consigli per gli acquisti

Inizia il campionato di serie A e gli appassionati tornano a inventarsi allenatori. Pochi eletti possono farlo concretamente da una panchina, gli altri devono accontentarsi del “virtuale” fantacalcio. Prima di dedicarsi alla scelta della formazione e dello schema ideale, serve però costruire una rosa competitiva. Ecco alcuni consigli per non sbagliare i colpi di mercato.

Portiere: oltre al valore dell’estremo difensore, serve capire che tipo di difesa avrà davanti e, soprattutto, che stile di gioco adotta il suo allenatore per capire in prosepttiva quanti gol potrebbe subire la sua squadra. Per chi ha voglia di investire forte sul portiere, consiglio Cristian Abbiati del Milan, per chi ha invece qualche credito in meno da spendere, uno tra Handanovic dell’Udinese (grande para rigori) e Frey del Genoa. Non consiglio invece di puntare su Julio Cesar dell’Inter, perché le squadre di Gasperini giocano molto all’attacco e spesso prendono parecchi gol.

Difensori: il mio consiglio è quello di non spendere troppi crediti per la difesa. Raramente un difensore può fare la differenza nel fantacalcio, più facile che sia decisivo nel gioco reale. Prendiamo ad esempio Thiago Silva del Milan: chi non lo vorrebbe nella propria squadra reale? Ma siamo sicuri che valga la pena averlo nella propria rosa del fantacalcio? Il prezzo sarebbe certamente altissimo e, secondo me, per un giocatore che ha sì sempre buoni voti, ma non segna quasi mai, è una spesa inutile. Meglio allora puntare su difensori con il vizietto del gol: su tutti segnalo Cesare Bovo del Genoa, specialista delle punizioni, che potrebbe anche presentarsi dal dischetto. Poi Silvestre del Palermo e Benatia dell’Udinese. Dell’Udinese terrei d’occhio anche Danilo che mi ha ben impressionato nel preliminare di Champions e potrebbe far valere i suoi centimetri sui calci da fermo. L’affarissimo potrebbe essere Oddo: a Lecce, l’ex rossonero avrà certamente più spazio e potrebbe prendersi carico di battere (e bene) punizioni e rigori.

Centrocampisti: qui iniziano le scelte difficili. Il mio consiglio è quello di accaparrarsi più tiratori di calci da fermo (punizioni e, soprattutto, rigori) possibile. A fronte di qualche errore, inevitabile nel corso della stagione, i punti fruttati dai tiri franchi, saranno certamente tanti. Dunque, per primo, sceglierei il laziale Hernanes: già ottimo nella scorsa stagione, quest’anno, in una Lazio rafforzata, potrebbe definitivamente consacrarsi leader. Poi Andrea Pirlo: nella nuova Juventus di Conte, Alex Del Piero parftirà spesso dalla panchina, quindi il centrocampista bresciano potrebbe essere l’uomo dei calci da fermo. Un affare potrebbe essere il neo romanista Pjanic, mentre il milanista Kevin Prince Boateng potrebbe sfruttare il fatto di giocare molto vicino alla porta per segnare parecchi gol. Delle squadre non di prima fascia consiglio Daniele Conti del Cagliari e Andrea Lazzari della Fiorentina, che hanno parecchi gol nei piedi. Attenzione anche a Cristian Pasquato: l’ex Juve è uno specialista delle punizioni e a Lecce potrebbe avere molto spazio.

Attaccanti: svenatevi per Ibrahimovic. Lo svedese fa vincere gli scudetti alle squadre in cui gioca e il fantacalcio agli “allenatori” che lo scelgono. Gol, assist e voti sempre altissimi: da non farsi scappare assolutamente. Insieme a Ibra, se avete ancora soldi da spendere, prenderei Totò Di Natale: le ultime due stagioni parlano per lui e in Udinese indebolita dal mercato, sarà chiamato a fare ancora di più la differenza. A prezzi più ragionevoli comprerei il parmense Giovinco che quest’anno sarà chiamato a guidare la squadra emiliana e il neo juventino Vucinic che, secondo me, sfrutterà a meraviglia il gioco di Antonio Conte. Per chi se la sente di rischiare, suggerisco Diego Milito dell’Inter: l’argentino, dopo la deludente stagione dello scorso anno, ritrova il suo mentore Gasperini e potrebbe sfruttare la partenza di Eto’o per tornare protagonista. Controconsiglio: non comprate Francesco Totti: condizione fisica approssimativa e rapporti tesi in una Roma troppo rinnovata potrebbero condizionare la stagione del capitano giallorosso.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment