Finali Nba: gara 1 nel segno dei Lakers

By Luca Gregorio – 1-0 Lakers e dominio gialloviola in gara-1. Le Finals Nba cominciano nel segno di Bryant e soci, che allo Staples Center giocano una sontuosa partita difensiva, attaccano senza respiro la difesa di Boston e mandano un messaggio chiaro sulle ambizioni di repeat dei gialloviola. Più peso sotto canestro, 102 punti segnati ad una delle difese più solide della lega, un Gasol formato extra-lusso e Bryant leader supremo nella gestione dei momenti-chiave della gara: questi gli ingredienti utili a spiegare l’andamento del primo atto della serie finale, con Los Angeles troppo superiore sotto canestro, dove lo spagnolo e Bynum hanno fatto a pezzi la tenera resistenza di Perkins, Davis e Garnett. Phil Jackson può sorridere, dato che le sue squadre, quando hanno vinto gara- 1, hanno poi vinto la serie 47 volte su 47. Un fattore statistico impressionante, che tenderebbe ad essere rinconfermato visto il rendimento principesco dei gialloviola nel match d’apertura.
I Lakers hanno sempre tenuto in mano l’inerzia della sfida, accelerando tra fine secondo quarto e inizio del terzo, annichilendo le resistenze dei Celtics. Gara-2 di domenica sera, sempre allo Staples, rischia di essere già determinante: un 2-0 per L.A. significherebbe quasi ko tecnico per Boston (che poi comunque avrebbe tre partite al Garden), mentre il colpo esterno della truppa di Doc Rivers rimescolerebbe un po’ le carte in tavola, mettendo indubbiamente più pepe su questa sentitissima finale. Con Pierce e Allen piuttosto limitati in attacco e KG dominato senza alibi da Pau Gasol, è chiaro che le armi di Boston sono diventate innocue, ma gran parte del merito va comunque attribuito a Los Angeles, concentrata e determinata. La battaglia è solo alle prime schermaglie, ma gli occhi di Kobe Bryant indicano solo una cosa: i Lakers vogliono vincere la guerra…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment