Formula 1: Via libera alle nuove Qualifiche

La Formula 1 ha deciso di convalidare la proposta originale del nuovo sistema di qualifica “ad eliminazione” in vista del Gran Premio d’Australia. I vertici dei team hanno confermato l’adozione del nuovo sistema di qualifica già dalla gara di apertura a Melbourne, con le regole approvate nell’incontro tra lo Strategy Group e la F1 Commission.

In un soffio svaniscono tutte le opposizioni che si sono manifestate pochi giorni dopo il varo del progetto e, soprattutto, si cancellano le parole di Bernie Ecclestone: “Non faremo mai in tempo ad arrivare pronti per la prima gara. La FOM (l’azienda di Ecclestone) non farà in tempo ad adeguare il software. Quindi le nuove qualifiche saranno adottate probabilmente in Spagna. In Australia sarà utilizzato il vecchio sistema”.

“The new qualifying won’t happen because we can’t get everything together in time. It was going to come in at the start of this year but we are not going to be able to get all the software done in time. So the qualifying changes will probably be in Spain. In Australia it will be the old qualifying and the new qualifying maybe by Spain. All of the software has got to be written so it’s not easy”

Leggi

Poof…

Il cambio di direzione è stato ratificato a Ginevra nella riunione del FIA World Motor Sport Council, una decisione arrivata ovviamente dopo un nuovo consulto con la FOM che ha garantito di poter arrivare pronta alla gara di Melbourne.

Viene quindi accantonata anche la proposta avanzata da alcuni team ad inizio settimana di varare un sistema misto, con le Q3 invariate rispetto al vecchio regolamento.

Il World Motor Sport Council della FIA non ha il potere di emendare le regole sottoposte a ratifica, che può solo approvare integralmente o respingere.

Ad oggi quindi le squadre devono iniziare a valutare le strategie considerando proprio questo nuovo sistema.

Andiamo a vedere come funziona. Molto sinteticamente il nuovo sistema prevede l’eliminazione dei piloti con il tempo più basso ad intervalli regolari durante le qualifiche arrivando al termine della Q3 ad una sorta di duello finale tra due soli piloti.

Nel dettaglio:

Q1

  • 16 Minuti di durata;
  • Dopo 7 minuti la vettura più lenta viene eliminata;
  • Ogni 1,30 minuti viene eliminato il pilota più lento fino alla bandiera a scacchi;
  • 7 piloti sono eliminati, 15 accedono invece alla Q2.

Q2

  • Durata 15 minuti;
  • Dopo 6 minuti il pilota più lento viene eliminato;
  • Ogni 1,30 minuti viene eliminato il pilota più lento fino alla bandiera a scacchi;
  • 7 piloti sono eliminati, 8 entrano nella Q3.

Q3

  • 14 minuti;
  • Dopo 5 minuti viene eliminato il pilota più lento;
  • Ogni 1,30 minuti viene eliminato il pilota più lento fino alla bandiera a scacchi;
  • Restano in pista due piloti che si sfideranno per un minuto e 30 secondi.

Facile no?

Traffico e degrado gomme avranno un impatto parecchio differente rispetto al vecchio sistema. E’ probabile che i team di vertice cerchino subito di fare il tempo per non rischiare di trovarsi bloccati in una fase delicata proprio da una di queste due variabili. Prepariamo i pop-corn e buona visione.

[fbvideo link=”MercedesAMGF1/videos/10153355015462411/” width=”600″ height=”400″ onlyvideo=”1″]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn