Gp Australia: Hamilton irraggiungibile, Vettel esordio sul podio!

Pronostico rispettato. Lewis Hamilton con la Mercedes vince il primo GP della stagione 2015 regalandosi la vittoria nr 34 di una carriera quasi da leggenda. Seconda piazza per il compagno di scuderia Nico Rosberg, mentre chiude il podio un ottimo Sebastian Vettel all’esordio sulla Ferrari. A Melbourne il campione inglese ha dominato dalla prima all’ultima curva tenendo dietro Rosberg anche quando è stato necessario “risparmiare” gomme e carburante. Una gara davvero matura quella di Hamilton che ha dato una ulteriore prova di quanto il pacchetto pilota-vettura messo in pista dalla Mercedes sia efficace e attualmente irraggiungibile da parte delle altre squadre.

Per Nico Rosberg il secondo posto ha un sapore un po’ amaro. Il tedesco non è mai riuscito seriamente a minacciare il compagno e la sua gara somiglia a quella di un gregario (involontario) impegnato a coprire le spalle del campione. Tra i due piloti Mercedes l’elastico dei distacchi ha regalato pochissimi brividi, dovuti più alla strategia di fuel saving di Hamilton che all’aggressività di Rosberg. La vera “sorpresa” della giornata (e speriamo della stagione) è il terzo posto di Sebastian Vettel, all’esordio con la Ferrari. Un podio che vale oro, conquistato in maniera netta e senza dover contare sulle sfortune altrui. La Ferrari si conferma seconda forza di questo campionato battendo la Williams Mercedes di Felipe Massa con una serrata lotta in pista fatta di giri veloci anche e soprattutto con gomme usurate, dimostrando che la vettura di Maranello ha fatto passi da gigante nella gestione del consumo degli pneumatici. Le sensazioni positive nel box Ferrari arrivano anche da Kimi Raikkonen costretto al ritiro per una gomma posteriore avvitata male dopo l’ultimo pit stop. Il finlandese fino al ritiro si era reso protagonista di una bellissima gara con un passo davvero notevole.


Dietro il podio Felipe Massa con la sua Williams è forse il più deluso da questa giornata. Il brasiliano ha accarezzato per parecchi giri l’idea di chiudere al terzo posto, ma poi ha dovuto fare i conti con un Vettel indiavolato.

Da segnalare il grandissimo esordio di Felipe Nasr che con la Sauber-Ferrari ha chiuso quinto davanti a Daniel Ricciardo. La Red Bull conferma tutti i problemi già mostrati durante i test (Kvyat non è riuscito nenache a schierarsi sulla griglia a causa di un problema al cambio).

Settima posizione per Nico Hulkenberg, che raccoglie un risultato importante con una Force India poco competitiva, davanti all’altra Sauber di Marcus Ericsson e alla Toro Rosso di Carlos Sainz Jr., danneggiato da un pit stop da oltre 40 secondi (comunque autore di un ottimo esordio in F1) e Perez ultimo a punti.

Ultima posizione per Jenson Button (a due giri!!) con una McLaren che ha girato anche 2-3 secondi più lenta della Mercedes. Male anche le Lotus, entrambe fuori al primo giro (collisione in partenza per Pastor Maldonado, problemi di motore per Romain Grossjean).

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment