Italia-Argentina 1-2, l’ennesima delusione “amichevole”. Le mie pagelle

La nazionale mi spinge a tornare a imbrattare il mio amato Muro dello sport. Italia-Argentina, il match di Papa Francesco, non è stata una gran partita e ha evidenziato alcuni problemi nella squadra di Prandelli che nelle amichevoli continua a faticare.
Questa volta per me il ct ha qualche colpa più del solito. Esperimenti in difesa (De Rossi centrale in una 4 è una novità assoluta), in mezzo al campo con Verratti lasciato allo sbando e in attacco con il solo Osvaldo a lottare contro la difesa argentina. Il tutto aggravato dalla condizione ancora precaria dei reduci dalla Confederations Cup che hanno cominciato in ritardo la preparazione. Ok era solo un’amichevole ma questa serie di sconfitte quando non ci sono punti in palio comincia a stufare, soprattutto perché sono tutte partite di prestigio.

VIA AL PAGELLAME

Buffon 6: praticamente non ha toccato palla. La sufficienza è per lo sforzo fatto nel raccogliere i due palloni che sono finiti in fondo al sacco. (dal 53′) Marchetti 7,5: due miracoli, su Higuain e Di Maria. Il Mondiale sudafricano, per fortuna, è un lontano ricordo.
Maggio 6: solito soldatino sulla fascia destra. Spinge bene e non è male nemmeno dietro, peccato che non imbrocchi mai un cross. (dal 72′) Cerci sv: entra per cercare l’assalto finale e non conclude molto… meglio non dargli voto.
Antonelli 6: in avvio subisce subito Di Maria e chiunque altro attacchi dal suo lato. Si riprende piano piano e nel finale è uno dei protagonisti del tentativo di rimonta.
Chiellini 5: la condizione è lontana e così lui soffre da matti avversari con una gamba migliore. Quando c’è da lottare lotta, per carità, e lo si vede su tutti i calci d’angolo a nostro favore: sbraccia e fa confusione senza però riuscire a buttarla dentro
De Rossi 5,5: se ha giocato 20 anni a centrocampo un motivo c’è. Bravo quando c’è da costruire ma in marcatura soffre eccome. Ok rischiarlo in una difesa a 5 ma quando si gioca a 4 lascerei perdere.
Montolivo 6,5: la condizione non è la migliore, ma il senso della posizione non manca e il piede è caldo. Per me è il migliore in campo nel primo tempo. (dal 46′) Aquilani 5,5: Mezz’ora per capirci qualcosa poi la squadra migliora e anche lui nel finale riesce a combinare qualcosa di buono.
Verratti 5,5: primo tempo da incubo vero. Vede sfrecciare gli avversari e perde mille palloni. Nella ripresa il ritmo cala un po’ e lui riesce a pulire qualche pallone in più. E’ giovane, ogni partite è un’esperienza in più.
Marchisio 5: io non so cosa gli stia succedendo. Forse è fuori condizione, forse la sensazione di non essere considerato incedibile dalla Juventus gli ha tolto sicurezza, sta di fatto che è irriconoscibile. (dal 46′) Florenzi 5: volenteroso ma ne azzecca poche.
Candreva 6: non fa male però è ancora un po’ imballato dalla preparazione. Se ripete la scorsa stagione diventa un giocatore imprescindibile per Prandelli. (dal 46′) Insigne 7: fino al gol sbaglia tutto ma che gol…una perla che da sola vale un voto alto. Oltretutto è lui a guidare l’assalto finale.
Giaccherini 4,5: gioca solo il primo tempo ed è inguardabile. Imballatissimo, impreciso, goffo. Spero per lui che in Premier League torni ai livelli della Confederations. (dal 53′) Diamanti 7,5: grinta, piede, corsa…cambia volto alla squadra. E poi su punizione è sempre un (semi) dio.
Osvaldo 5,5: l’impegno c’è ma è troppo solo là davanti e non è abbastanza in palla da cavar fuori qualcosa di buono dalle poche occasioni che ha a disposizione.
Prandelli 4: troppi esperimenti per una partita così di prestigio. Spero che almeno abbia ottenuto qualche informazione utile da usare nelle partite di settembre quando vincere conterà davvero.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment