Juve in caduta libera e in silenzio stampa, “Chiediamo scusa ai tifosi”

Non c’è verso: la Juventus non riesce proprio a cambiare il senso a quella che sta diventando la peggiore stagione della storia bianconera. E sì che ieri sera la squadra di Zaccheroni non era partita male di fronte a una squadra convalescente come quella di Marino, ancora vicinissima alla zona retrocessione. Poi un errore difensivo, una magia di Di Natale e il gol di Sanchez hanno cambiato il senso alla gara con l’Udinese che ha poi dilagato lasciando la crisi solo ai bianconeri piemontesi che hanno inanellato la 12 esima sconfitta stagionale, eguagliando il record negativo che risaliva agli anni 60.
Si salvano in pochi in una Juve che ha la fortuna di aver il quarto posto ancora a tiro (Palermo e Sampdoria hanno solo tre punti di vantaggio): la crescita di Cannavaro e Camoranesi, che mi sono apparsi in netto miglioramento (e queste sono ottime notizie per Lippi e per la nazionale) e un buon Giovinco, entrato a disastro avvenuto ma che ha dimostrato di poter essere davvero essere utile per questo finale di stagione. Malissimo Amauri, De Ceglie e Sissoko. Alti e bassi per tutti gli altri. Una sconfitta dura tanto che ha portato a un silenzio stampa con tanto di scuse ai tifosi.

Ho la sensazione però che la Juventus possa ancora fare un finale di stagione dignitoso. I big stanno pian piano recuperando e già la formazione che Zac ha messo insieme a Udine era quanto meno decente. Con il rientro di Chiellini in difesa, il salto di qualità sarà inevitabile anche se non so se basterà per agganciare la zona Champions. I tifosi contestano pesantemente, il calendario non è comodissimo, bisogna far visita a Inter e Milan, e davanti gli avversari Palermo, Sampdoria e Napoli difficilmente staranno ad aspettare.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment