La Juve parte dallo Shamrock Rovers

Di Luca Gregorio.

Dublino. Ecco la prima tappa della stagione 2010/2011 della Juventus. Un’annata che comincia prematuramente, ma per colpa dello sciagurato campionato che i bianconeri hanno disputato fino a maggio scorso. E comincia da un avversario sconosciuto, lo Shamrock Rovers, che al massimo nel suo nome può rievocare Shrek. Un mostro verde buono, del quale la Juve vuole sbarazzarsi senza troppe complicazioni.

Dopo le buone indicazioni offerte dai torinesi nelle prime amichevoli (soprattutto il test vinto a Cosenza 2-1 contro il Lione), c’è naturale fiducia nella truppa di Gigi Delneri, che in Irlanda lancerà dal primo minuto i nuovi acquisti Motta, Bonucci, Pepe e Lanzafame. Tutti sono stati in grado di dare garanzie al tecnico nel corso della preparazione e sembrano pronti dunque al debutto europeo. Il rebus riguarda l’attacco, con Diego-Amauri coppia favorita rispetto a quella storica formata da Del Piero e Trezeguet. Ma sono dettagli, perchè ciò che conta sarà non fare brutta figura, soprattutto considerando che sul volo partito da Malpensa è salito anche il presidente Andrea Agnelli. A testimonianza che l’Europa League è una porta per entrare nel calcio internazionale che non può essere sottovalutata dall’ambiente. Sembrano averlo capito anche i tifosi: a Modena, per il ritorno in programma il 5 agosto a Modena, ci sarà infatti un tutto esaurito da 22mila seggiolini.

Da analizzare, oltre al risultato ovviamente, ci sarà la fluidità del gioco sulle fasce che tanto piace al tecnico e la solidità di una difesa che finora ha concesso solo un gol agli avversai, e per di più su rigore. Fra tante voci di mercato che continuano a inseguirsi e a fare tanto rumore per nulla, ora per la Vecchia Signora è solo il momento di chiudersi in se stessa e pensare a bagnare con una vittoria una stagione in cui tutti si aspettano la riscossa di Del Piero e compagni.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment