La Williams 2015 si presenta: ecco la FW37

In attesa di vedere la nuova Ferrari, che ha annunciato la presentazione della nuova vettura per il prossimo 30 gennaio, la Williams brucia tutti sul tempo e dal proprio sito www.williamsf1.com mostra le prime immagini della FW37, la monoposto che correrà il campionato di Formula 1 2015. La stagione prende il via il 13-15 marzo da Melbourne (qui il calendario completo) e con questo progetto spera di riuscire a colmare il gap dalla Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg.

Il team ha confermato la coppia di piloti composta ancora una volta dal veterano Felipe Massa e dal promettente finlandese Valtteri Bottas.

A prima vista il progetto della Williams 2015, la FW37, non si discosta molto da quello che ha ben figurato nel 2014 che ha portato la scuderia di Frank Williams a chiudere in terza posizione nella classifica Costruttori.

Le novità, secondo quanto ha spiegato il capo ingegnere Pat Symonds, sono tutte sotto la scocca.

Il cambiamento più evidente riguarda il musetto, completamente ridisegnato seguendo il nuovo regolamento che per motivi di sicurezza obbliga a rispettare alcuni standard di simmetria. Le nuove monoposto quindi non avranno più la parte anteriore a forma di “muso di formichiere” che fu uno dei tratti caratteristici delle vetture 2014.

Le nuove norme rendono infatti un po’ più difficile ottenere performance aerodinamiche nella parte frontale e per questo Pat Symonds e il suo team di designers hanno lavorato moltissimo sui dettagli. La nuova macchina ha ancora un musetto sporgente, anche se decisamente meno rispetto al modello precedente, che si connette ad una sezione quadrata la cui larghezza minima è strettamente definita dal regolamento.

Un altro elemento su cui gli ingegneri della Williams si sono concentrati è stato cercare di aumentare le performance dei componenti che nella scorsa stagione era necessario mantenere molto leggeri. Un risultato che è stato ottenuto grazie al fatto che la FW36 era stata costruita tenendo il peso totale abbondantemente sotto il limite regolamentare, tanto da dover utilizzare una zavorra per non incorrere in squalifiche. E’ stato quindi possibile riprogettare alcuni elementi favorendo le performance senza dover aumentare la massa complessiva.

Ovviamente tutto questo con la conferma che il cuore delle vetture inglesi sarà ancora il potentissimo propulsore turbo ibrido della Mercedes, il motore che ha letteralmente dominato la stagione 2014.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment