Lazio-Inter: la gioia dei tifosi biancocelesti per la vittoria dei nerazzurri

Non c’è stata nessuna sorpresa all’Olimpico: l’Inter ha battuto 2-0 la Lazio ed è tornata davanti alla Roma per la gioia dei tifosi biancocelesti e di quelli nerazzurri gemellati come non mai in questa occasione e per la vergogna di tutto il calcio italiano. Non doveva esserci partita, anche perché la Lazio non aveva più grandi motivazioni dopo il pareggio tra Atalanta-Bologna che l’aveva di fatto salvata, e partita non c’è stata.
I giocatori biancocelesti hanno da subito tirato i remi in barca seguendo gli ordini degli ultrà ribaditi decine di volte dai cori “Se segnate ve menamo” e dai fischi dedicati al portiere Muslera ad ogni sua parata. I ragazzi di Mourinho, sicuramente estranei al biscottone, hanno collezionato occasioni su occasioni con la sola opposizione del portiere uruguayano (forse l’unico non interista in tutto lo stadio) e poi alla fine del primo tempo hanno segnato con Samuel (gol accolto con un boato da tutti gli spettatori dell’Olimpico). Nella ripresa raddoppio di Thiago Motta e poi gran melina finale.
E il bello che tutta questa arrendevolezza non era necessaria. L’Inter è dieci volte più forte della Lazio e avrebbe vinto comunque. Giocando con impegno i giocatori biancocelesti avrebbe salvato la faccia e avrebbero comunque consegnato lo scudetto ai nerazzurri. E i tifosi? Non c’era bisogno di tutto questo tifo per Zanetti e compagni. Bastava indifferenza, tanto tutti lo sapevano che avrebbero voluto una sconfitta della loro squadra per non favorire la Roma.
Per fortuna ormai la farsa è andata: a due gare dalla fine l’Inter continua ad aver due punti in più dei giallorossi e lo scudetto è sempre più vicino considerando i prossimi avversari, il Chievo e il già retrocesso Siena. Per la Lazio una salvezza ormai in cassaforte ma una vergogna difficilmente dimenticabile.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment