Libri – Attaccante nato

Questa settimana vi segnalo un libro particolare. Si tratta di “Attaccante nato“, autobiografia di Stefano Borgonovo, attaccante del Milan. Particolare perché oltre a quella del campione, nelle sue pagine emerge anche la figura dell’uomo e della sua lotta contro la SLA. La prefazione è di Silvio Berlusconi. Lascio la parola alla quarta di copertina:

Da una parte, un mostro, la SLA, una patologia feroce quanto vigliacca che gradualmente paralizza il corpo, lasciando vigile la mente. Dall’altra, un calciatore che ha fatto una carriera luminosa in serie A, uno che in campo ballava con Roberto Baggio, e ora non può più correre. Tra loro, un duello senza esclusione di colpi, uno scontro fra titani. Lui, Stefano Borgonovo, è un grande guerriero, impermeabile alla rassegnazione, incapace di compatirsi, nato per attaccare. Come quando giocava e vinceva. In questo libro-testimonianza racconta in presa diretta la sua battaglia, da quando il mostro – la Stronza, come la chiama lui – gli ha teso i primi agguati, rendendogli impossibile seguire i suoi adorati ragazzini della Scuola Calcio e rubandogli in gola, una dopo l’altra, tutte le lettere dell’alfabeto fino a ridurlo al mutismo. Con assoluta allergia al perdono, il mostro non si è poi fermato qui: colpito da altri terrificanti fendenti, oggi Borgonovo è in grado di muovere solo le pupille, tanto che ha dettato questo libro attraverso un computer comandato dal suo sguardo. Eppure c’è qualcosa che la Stronza non ha potuto nemmeno scalfire, la mente lucida e la forza d’animo di Stefano. Fra ricordi preziosi del passato di calciatore e riflessioni coraggiose sulla sua realtà attuale, “Attaccante nato” scorre come un potente inno alla vita, nella gioia di amare la propria famiglia, godere dell’amicizia, emozionarsi ancora per un bel gol.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment