Milan-Juve, attesa per una partita inutile

Pensare a un Milan-Juventus più inutile di questo è impossibile. Me ne vengono in mente tanti in cui era solo una delle due ad avere obiettivi concreti, ma uno che non conti veramente nulla no, non lo ricordo. C’è più attesa per il classico trofeo Berlusconi di agosto: almeno c’è una stagione ancora davanti e c’è la curiosità di vedere come sono state costruite le squadre. Stasera niente. Ci sarà l’ultima partita in rossonero di Leonardo, che raccoglierà tanti applausi e ringraziamenti per 13 anni vissuti al Milan in tante vesti. Ci sarà anche il saluto di Zaccheroni alla Juve, sei mesi che finiranno presto nel dimenticatoio.
I rossoneri la loro stagione l’hanno salvata con il terzo posto, i bianconeri hanno toccato il punto più basso della loro storia. Il paradosso è però che i milanisti non hanno speranze per il futuro mentre gli juventini sognano di aver davanti la stagione delle rivincite. Il prossimo – ha avvertito Galliani – sarà un mercato anche più difficile dell’ultimo. In casa Juventus invece c’è stata la rivoluzione societaria e ci saranno i soldi per dare una svolta anche alla rosa.
Vabbé, tocca accontentarci di questo match, che big non è, in attesa di domani. L’Inter domani deve vincere uno scudetto e la Roma vuole essere pronta qualora i nerazzurri avranno tentennamenti contro un squadra già retrocessa. La storia si scriverà a Siena e Verona e per una volta San Siro sarà il palcoscenico solo di un’opera minore.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment