Mondiali 2014: le pagelle di Italia-Inghilterra. Ottimo Candreva, drammatici Chiellini e Paletta

L’Italia parte bene ai Mondiali brasiliani con una vittoria 2-1 a Manaus sull’Inghilterra. Una nazionale che non ha convinto fino in fondo e che deve migliorare tant0, soprattutto in difesa, se vuole andare lontano.

LE PAGELLE

Sirigu 6,5: buttato in campo in extremis per l’infortunio di Prandelli, il portierone del Psg non tradisce. Solo un paio di indecisioni sui calci d’angolo inglesi, per il resto è preciso e puntuale e dà sicurezza alla squadra.

Darmian 7: la vera sorpresa della partita. In binario con Candreva è la spina nel fianco inglese. Da quel lato partono quasi tutte le occasioni dell’Italia. Dietro soffre, ma meno dei suoi compagni.

Paletta 4,5: negli uno contro uno gli inglesi manco lo vedono. Lento e spesso fuori posizione: è una delusione e pure un problema.

Barzagli 5,5: fa una fatica bestiale anche lui anche se in confronto al suo compagno di reparto sembra Nesta. Mezzo voto in più per un salvataggio super sul punteggio di 0-0.

Chiellini 4,5: per l’assenza di De Sciglio, Prandelli lo sposta a sinistra e lui non ci capisce niente. Il primo tempo è drammatico: i bianchi se lo bevono in più di un’occasione e sbaglia anche tutte le volte che ha la palla fra i piedi. Complice il calo degli avversari, nella ripresa fa molto meglio. La sufficienza però la vede col binocolo.

De Rossi 6: non è brillantissimo ma il suo è un lavoro doppio visti i problemi dietro. Scala al centro della difesa per aiutare i compagni ed è il primo a far ripartire l’azione.

Pirlo 6: è il fulcro di ogni nostra azione anche se la serata non è di quelle super. Soffre tantissimo la rapidità degli avversari e spesso fa la figura del paletto quando viene puntato. Nel finale una sua “maledetta” (maledetto chi ha dato sto nome alle sue punizioni…) finisce sulla traversa.

Verratti 5,5: il piede è buono, e lo si sapeva, e poi si sbatte anche molto. La sua autonomia però finisce presto e in fase difensiva lascia molto a desiderare. (dal 57′) Thiago Motta 6,5: non fa una partita eclatante ma il suo ingresso equilibra la squadra. Mi sa che nell’economia del gioco dell’Italia l’ex interista è fondamentale.

Candreva 7,5: secondo me è il migliore in campo. E’ il primo a entrare in partita sfondando da subito, e con piacere, sul lato destro. Colpisce un palo e mette sulla testa di Balotelli il gol partita. (dal 79′) Parolo 6: in campo un quarto d’ora ma entra subito bene e dà una grossa mano nel finale.

Marchisio 6,5: bello il diagonale rasoterra da fuori aerea che apre le marcature. Gol a parte, nel primo tempo non trova la posizione e fa una fatica bestia ad aiutare Balotelli in attacco. Nella ripresa è chiamato a un lavoro più di copertura e la sua prestazione migliora.

Balotelli 7: in Brasile è amato e lui lo sente. Tocca pochi palloni ma è decisivo. A fine primo tempo prova un magico pallonetto sventato sulla linea dagli inglesi ed è suo il g0l partita. Interessanti alcuni movimenti da prima punta: si vede che ci sta lavorando. (dal 73′) Immobile 5,5: quando entra lui l’Italia è totalmente assorbita dalla fase di contenimento. Ha la possibilità di colpire in contropiede ma non sembra in serata.

Il ct Prandelli 6: è buona la scelta di infoltire in centrocampo per togliere il possesso agli inglesi ma la fase difensiva è totalmente da registrare. Non avere neanche un terzino sinistro di ruolo nella rosa è un errore imperdonabile smascherato purtroppo dall’infortunio di De Sciglio. Speriamo che il milanista torni presto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment