Mondiali: piange la Francia di Domenech

Cara Francia e caro Domenech addio. Ormai i nostri cugini sono a un passo dall’eliminazione dal Mondiale dopo la sconfitta contro il Messico per 2-0 nella seconda giornata del gruppo A. Solo un miracolo può salvare i transalpini che nell’ultima partita devono battere di goleada il Sudafrica e sperare che Messico e Uruguay non pareggino. Insomma il 22 giugno dovrebbe essere l’ultima partita sulla panchina dei galletti di Raymond Domenech. Una notizia non troppo positiva per l’Italia e per tutti gli avversari della Francia visti i disastri che ha combinato il tecnico di Lione negli ultimi tempi. Solo la finale di Germania 2006 gli aveva salvato la panchina che già traballava ma negli ultimi 4 anni ne ha combinate di tutti i colori considerando anche la sontuosa rosa che aveva a disposizione. Domenech si è qualificato per il Sudafrica solo grazia all’aiuto di un arbitro nello spareggio contro l’Irlanda del Trap. Ha litigato con tutti: da un mito come Zidane alla stampa, da Gourcuff (considerato un sobillatore) a quasi tutti i suoi calciatori. Un popolo contro di lui e i risultati si sono visti. In Sudafrica c’è andata una squadra slegata e senza il minimo orgoglio. A Parigi non festeggeranno ma si consoleranno con il pensiero di essersi finalmente liberati di un personaggio del genere. Al suo posto Laurent Blanc: ottimo tecnico e gran signore. Un salto di qualità in tutti i sensi per una Francia mai così allo sbando. Senza rimpianti: adieu Raymond.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment