Mondiali: trionfano Spagna e polpo Paul

La Spagna finisce sul tetto del mondo per la prima volta nella sua storia, come aveva predetto l’ormai mitico polpo Paul (nella foto). Dopo l’Europeo le furie rosse vincono anche il Mondiale. In finale è bastato un gol di Iniesta a quattro minuti dalla fine del secondo tempo supplementare per sconfiggere 1-0 l’Olanda. Una finale che non farà epoca: brutta, brutta, brutta (troppa tensione credo) e guai agli spagnoli che oseranno parlare male di qualche nostro successo in futuro. Raramente ho visto la Spagna sbagliare così tanti passaggi e raramente ho visto gli oranje picchiare in un modo così vergognoso – buon per loro che l’arbitro Webb per tutto il primo tempo abbia tollerato le entrate assassine dei vari Van Bommel e De Jong. Comunque secondo me ha vinto la squadra migliore (del resto l’avevo anche umilmente pronosticato) in un Mondiale mediocre come raramente ho visto. Ecco le mie pagelle:

10 al polpo Paul. Perfetto, otto pronostici su otto azzeccati
8 all’Uruguay (per grinta, concretezza e… per il pallone d’oro del Mondiale, Forlan) e Germania (per gioco e giovani).
7,5 alla Spagna (mi aspetto di più ma hanno vinto comunque).
7 a Olanda (non spettacolare ma molto molto concreta e fortunatissima), Ghana (han giocato piuttosto bene e che sfiga nei quarti) e Paraguay (hanno fatto il massimo con la rosa a disposizione)
6 al Sudafrica squadra, 8 al Sudafrica organizzatore
5,5 ad Argentina e Brasile (non arrivare in semifinale per loro è una sconfitta)
5 all’Inghilterra (mezzo voto in più perché sono arrivati agli ottavi)
4 all’Italia (che ve lo dico a fare )e agli arbitri: anche in finale Webb ne ha combinate di tutti i colori.
3 alla Francia (fuori subito come noi ma con in più gran figuraccia extracampo)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment