Nba: il pronostico per le finali di Conference

Chicago, Miami, Dallas, Oklahoma City. Eccole le 4 regine, o meglio le 4 pretendenti al trono che negli ultimi due anni si è ornato di drappi gialloviola (Lakers).
Due finali diverse, ma in ogni caso appassionanti: Bulls e Heat, a Est, hanno confermato i pronostici e soprattutto hanno confermato quei ruoli di prima e seconda testa di serie che la stagione regolare aveva sancito. E’ una serie aperta: il successo netto di Rose e compagni in gara-1 è stato piuttosto significativo, perchè c’era il timore che Chicago arrivasse all’appuntamento con un po’ di timore reverenziale e dopo aver fatto fuori due avversarie non certo irresistibili come Indiana e Atlanta. Invece i Bulls hanno dominato, costringendo Wade e James a percentuali pessime dal campo e dominando a rimbalzo. I Bulls hanno ora più convinzione, sono una squadra che si accoppia bene con Miami (nel senso che le crea sempre problemi), ha il vantaggio del fattore-campo e il vento in poppa dettato da una sana dose di entusiasmo. Gli Heat dovrebbero rimanere favoriti lo stesso, ma il punto nodale è sempre lo stesso: le tre stelle sono una sicurezza e garantiscono, a partita, fra i 60 e gli 80 punti. Il punto è il contributo che il supporting-cast, ogni volta, riesce a produrre, sia a livello difensivo che offensivo. Questo dato è però troppo instabile e imprevedibile: Wade e James, nel post gara-1, hanno entrambi affermato che si è trattato solo di una partita sbagliata e che nello spogliatoio sanno cosa fare e come vincere per andare a riprendersi la serie.
Non nutriamo dubbi sul fatto che questi due giocatori, quando vogliono, possano accendere senza problemi la propria lampadina, ma Chicago è una squadra, mentre Miami è un concentrato di talento e atletismo senza però un’identità definita.

A Ovest finale inedita fra Dallas, che sogna la rivincita con Miami, e Oklahoma City, uscita stremata dalle 7 gare con Memphis e non a caso affossata in gara-1 in Texas dai 48 punti di Dirk Nowitzki. I Mavericks, dopo lo sweep (4-0) rifilato ai Lakers, hanno avuto modo di tirare un po’ il fiato. La Western Conference mette contro una squadra esperta ma vecchiotta contro una fresca, giovane, elettrica ma alla prima serie importante della sua recente vita sportiva. L’inesperienza a gestire momenti come una finale di Conference potrebbe anche giocare un ruolo determinante, anche se Durante e Westbrook hanno dimostrato di saper tenere su qualsiasi palcoscenico. Pronostico? Dico, o meglio spero, finale Dallas-Chicago…

take enjoy, Luca Gregorio

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment