Nba: Linsanity è ora anche “Lin for the Win”. Il fenomeno Jeremy Lin continua a stupire (VIDEO)

Nella Nba sta impazzando un nuovo fenomeno. Si chiama Jeremy Lin è di origini taiwanesi (il primo nella storia Nba), è arrivato nel basket dei fenomeni dall’Università di Harward (caso più unico che raro nella storia della Nba) e ha fatto svoltare la stagione dei New York Knicks, squadra partita malissimo ma che da quando ha deciso di puntare su Lin (dieci giorni fa) ha infilato sei vittorie consecutive, l’ultima la scorsa notte a Toronto.
Nella Grande Mela è scoppiata immediatamente la Lin-sanity, gioco di parole facilmente comprensibile praticamente in quasi tutte le lingue del mondo.

La Linsanity comincia ufficialmente il 4 febbraio 2012. Grazie ai numerosi infortuni Jeremy Lin trova spazio contro i New Jersey Nets e mette a segno 25 punti in 36 minuti. E’ la scintilla: nei due incontri successivi il play dei Knicks ne realizza rispettivamente 28 e 23. Il 10 febbraio mette a referto 38 punti (record personale in carriera) e 7 assist nella vittoria contro i Los Angeles Lakers per 92-85; 20 punti contro Minnesota e poi altri 27 nella sua quinta da titolare a Toronto. Contro i Raptors segna anche la tripla della vittoria. Da lì il nuovo slogan “Lin for Win” (Lin per la vittoria).
Nelle prime cinque partite da titolare in Nba Jeremy Lin ha messo 27,2 punti di media (mai nessuno come lui) con 8,8 assist. Un tornado.

Guardate il video con il canestro della vittoria di Lin contro Toronto… Lin for the Win

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment