Nba: si fa sul serio! I pronostici di Luca Gregorio

I playoff Nba sono iniziati e, per correttezza, vi dico subito i pronostici che ho fatto qualche giorno fa (prima che iniziassero) su twitter (@gregcapitano10): Spurs-Jazz 4-1, Thunder-Mavs 4-0, Lakers-Nuggets 4-1, Memphis-Clippers 3-4; Bulls-Sixers 4-1, Heat-Knicks 4-0, Indiana-Orlando 4-2, Boston-Atlanta 4-1.

Ad oggi le mie previsioni sono state buone, ma aldilà di questi giochini proviamo a capire meglio la situazione. Il primo fattore di peso è l’infortunio di Derrick Rose: ovviamente senza di lui i Bulls sono un’altra cosa e quindi Phila ha una grande occasione per arrivare alla semifinale di conference ad Est. Qualcuno mi ha dato del matto quando ha visto che davo cappotto di Miami su New York. I fatti mi danno ragione: tasso tecnico, fame e mentalità sono profondamente diverse fra queste due squadre. Non c’è storia e il parquet lo sta dimostrando. Più incerte le altre due serie, ma per Orlando vale il discorso di Chicago, perchè senza Howard che Magic sono?
Mi piacerebbe vedere andare avanti Atlanta, squadra dal grande potenziale, ma sempre acerba al momento decisivo. In questo senso i Celtics sono la peggiore squadra possibile da affrontare, perchè saranno vecchi quanto volete ma su una serie al meglio delle sette ogni volta trovano risorse nuove e insospettabili.

Tutto in linea, direi, anche a Ovest: la freschezza e l’esplosività dei Thunder stanno azzerando i tratti di campioni in carica di Dallas, ondivaghi in stagione e troppo teneri alla ribalta dei playoff (ma, anche qui, direi che scopriamo l’acqua calda). San Antonio non sta facendo una piega dopo aver vinto la regular season ad Ovest: se stanno tutti bene, e col vantaggio del fattore-campo fino in fondo, possono anche sperare nella finalissima. Sopresa per gli altri, ma non per il sottoscritto, sono stati i Lakers: “one at time”, una alla volta è il motto scelto dallo spogliatoio gialloviola per affrontare questa post-season. I primi risultati sono sotto gli occhi tutti: Bynum sta giocando a livelli spaziali, Bryant si incendia quando vede i playoff, Gasol e Sessions stanno avendo un rendimento continuo e di qualità e soprattutto coach Brown sta avendo risposte direi insperate dalla propria panchina. Con tutto il bene che voglio e posso augurare a Gallinari, anche qui la storia credo sia già scritta. E così la serie più divertente sarà quella fra Clippers e Memphis, come da copione.

Bene, quindi chi vince l’Nba? Pronostici secchi. A Est semifinali Miami-Indiana (4-0) e Philadelphia-Boston (2-4) e poi classica finale Miami-Boston (4-3). A Ovest semifinali Spurs-Clippers (4-2) e Oklahoma-Lakers (3-4) con ritorno dunque della finale fra neroargento e gialloviola, coi Lakers che vincono anche qui a gara-7. Piatto finale perciò con Lakers-Miami, ma questa volta Lebron e Wade non possono proprio sbagliare (anche se il cuore, lo sapete, pende da un’altra parte…)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment