One Greg Show, Basket: i pronostici dei playoff

Varese-Venezia, Sassari-Cantù, Roma-Reggio Emilia e Milano-Siena. Nessuna sorpresa negli accoppiamenti playoff dopo l’ultima giornata. E allora, per noi, è tempo di pronostici (che tanto non azzecco mai…):
VARESE-VENEZIA: la miglior squadra della regular season (23-7) contro la miglior rivelazione (con Reggio). Di qualità e spettacolo in campo non non ne dovrebbe mancare, ma il pronostico è segnato. Varese ha dominato, ha dimostrato di non tremare nelle partite che contano e non può intimorirsi al primo turno. Venezia non ha nulla da perdere, ma può al massimo vincere una partita. Pronostico: 4-1 Varese.
SASSARI-CANTU’: probabilmente si sarebbe evitate volentieri a vicenda. Di fatto Sassari ha preso il testimone proprio dai brianzoli quanto a squadra spettacolare, inattesa e talentuosa. La squadra di Sacchetti ha chiuso l’anno con un bilancio eccezionale di 22-8, Cantù ha giocato un girone di ritorno pessimo, ma… Ma nei playoff mai dare per morta la banda di Andrea Trinchieri. Si giocherà in due palazzetti caldissimi e la serie al meglio delle 7 potrebbe aumentare le insidie di questa serie. Lo stato di salute, fisico e mentale, è profondamente diverso. Seguo la logica. Pronostico: Sassari-Cantù 4-2
ROMA-REGGIO EMILIA: terza contro sesta. E chi l’avrebbe detto a inizio anno? Probabilmente nessuno. E’ l’accoppiamento che speravano entrambe. Accontentate, ora entrambe se la giocano. Roma ha acquisito certezze col passare delle partite, Reggio è stata capace di exploit notevoli (come con Milano). Essendo il primo turno, e anche per qualità complessiva, i capitolini partono ci favori del pronostico. Morale? 4-2 Roma.
MILANO-SIENA: l’incrocio ovviamente più atteso. E sicuramente inusuale, considerando la storia degli ultimi 6-7 anni. Siena ha ricostruito, è passata in mezzo a mille problemi, è stata condizionata per lungo tempo dall’Eurolega, ma la verità è che in campionato non ha mai avuto la testa giusta e la necessaria convinzione. Può modifcarsi nei playoff? Certo, perchè la società è abituata a questi scenari, perchè la città spinge e perchè la serie impone di vincerne 4. Senza dimenticare che Siena, quest’anno, nonostante i problemi, ha già vinto la Coppa Italia. E siccome Milano è tutto meno che affidabile, nonostante il 2-0 in stagione, attenzione. L’Armani ha disputato un buon girone di ritorno (11-4 il bilancio, il migliore in serie A), confermando soprattutto la sua vocazione da trasferta. Ma, come ha ammonito Scariolo dopo il successo su Brindisi, al Forum il rendimento è stato gravemente insufficiente. Venerdì e domenica le prime due partite si giocano proprio ad Assago e potranno già dire parecchio sull’andamento della serie. Langford ha una caviglia malconcia, però l’innesto di Mensa-Bonsu ha regalato nuova energia sotto canestro all’Olimpia. E’, sinceramente, una serie difficilissima da pronosticare. Banalmente dico che deciderà gara-7, con Milano leggermente favorita. Scariolo si gioca quel briciolo di credibilità che gli è restata. Paradossalmente, dopo una vita, quest’anno è Siena che ha meno da perdere e meno pressione. Pronostico: 4-3 Milano
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment