Playoff Nba: Boston elimina i Cavs e Lebron

La sorpresa è arrivata addirittura prima del previsto. I favoritissimi Cleveland Cavaliers (miglior squadra della regular season) dell’mvp della stagione Lebron James non sono nemmeno riusciti a qualificarsi per le finali di conference dei playoff Nba. A stopparli i Boston Celtics, che negli Stati Uniti sono considerati come noi consideriamo il Milan: talentuosi ma vecchi e usurati. I Celtics hanno chiuso la serie sul 4-2 sfruttando la trance agonistica del più giovane dei loro assi, Rajon Rondo (classe 1986), che contro i Cavs ha giocato da fenomeno. In più c’è stato il primo vero momento di eclissi della carriera del “prescelto”, irriconoscibile soprattutto nelle ultime due partite che hanno chiuso la serie nelle quali ha tirato con un pessimo 11/35.
A pesare probabilmente l’indecisione sul suo futuro. E’ un free agent e deve scegliere dove giocare. Cleveland è la sua casa (è anche cresciuto molto vicino alla città dell’Ohio) ma per lui c’è ovviamente la fila. I Knicks di Gallinari gli offrono la più affascinante città al mondo, New York, ma una squadra pessima e da rilanciare così come i New Jersey Nets. Discorso diverso per i Chicago Bulls che si stanno ricostruendo dopo il periodo buio che è seguito all’era Jordan. Insomma il buon Lebron stava sfogliando la margherita e i Celtics gli hanno tolto le speranze di titolo. Per James sarà per un’altra volta ma ai Cavs quando tornerà un’occasione simile?
Per quanto riguarda la composizione delle due finali di Conference: a est l’equilibratissima Orlando-Boston. A Ovest i Los Angeles Lakers partono da favoritissimi contri i Phoenix Suns. Comunque vada ne vedremo delle belle.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment