Sochi 2014: la libanese Jackie Chamoun posa nuda, è bufera!

E’ bufera, l’ennesima, sui Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014: a finire al centro delle cronache, nemmeno a dirlo di gossip, è questa volta la bellissima slalomista libanese Jackie Chamoun, apparsa senza veli in foto e video davvero hot. L’atleta libanese ha posato per un calendario in cui si vede con indosso solo le mutandine mentre si arrampica su una parete. Le immagini hanno fatto il giro del Web, e hanno scatenato polemiche roventi. Il servizio fotografico risale a tre anni fa, quando la 22enne partecipò a un calendario insieme ad altre tre atlete, ma sono diventate di dominio pubblico proprio durante l’avvio dei Giochi.
Jackie Chamoun si è subito scusata attraverso il proprio profilo Facebook, ma le scuse rischiano di non bastare se è vero che il Ministro dello Sport libanese Faysal Karami ha chiesto ai vertici del Comitato olimpico di Beirut l’apertura di un’inchiesta su quanto è accaduto. Il Libano infatti rimane un paese ancora decisamente conservatore in materia di sesso.
In tanti però hanno deciso di sostenerla. Il fotografo libanese Tarek Mouakkad ha ideato la campagna “Io non sono nuda” che ha raccolto immediato successo. Gli scatti hanno rapidamente invaso il web: “Un sacco di persone stanno postando le loro foto da casa – ha dichiarato Mouakkad al giornale The Independent di Londra – Questa campagna può essere un trampolino di lancio per stimolare la libertà d’espressione. Fino a cinque anni c’era molta meno censura nel nostro paese. Credo che la storia della sciatrice Chamoun sia la goccia che ha finalmente fatto traboccare il vaso”.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Add Comment